CONTROSOFFITTO FILTRANTE GIF ACTIVE VENT

CONTROSOFFITTO FILTRANTE GIF ACTIVE VENT | CARATTERISTICHE TECNICHE:

RELAZIONE SCHEMATICA DELLE PARTICOLARITA’ E DEI VANTAGGI DEL CONTROSOFFITTO FILTRANTE INTEGRATO GIF

Controsoffitto Filtrante GIF Active vent per cucine professionali, rispondente a quanto prescritto dalla norma DIN 18869 Parte 2 “Kitchen Ventilation Ceilings, requirements and testing”, marzo 2005 (“Contro-soffitti per la ventilazione delle cucine, prescrizioni e sistemi di prova”).

Il controsoffitto filtrante integrato modulare GIF è un controsoffitto tecnico espressamente studiato per le cucine professionali.

E’ composto da un telaio di supporto in barre di alluminio anodizzato, al quale sono appoggiate, in appositi binari, le seguenti tipologie di pannelli modulari in acciaio inox DIN 1.4301 (composizione Cr/Ni 18/9 e Cr/Ni/Mo 18/10):

■ pannelli modulari di estrazione e filtrazione, dimens. 50 x 50 cm, installati al di sopra delle aree con produzione di fumane/vapori;
■ pannelli di immissione, dimens. 50 x 25 cm, installati al di fuori delle aree di produzione fumane;
■ pannelli (eventuali) inattivi, dimens. 50 x 50 cm.

Al di sopra dei corpi di cottura più critici viene di solito previsto, integrato nel contro-soffitto, un sistema di captazione a capacità aumentata, costituito da:

■ telai con vasca centrale di raccolta olii;
■ cassette filtranti a capacità aumentata, simili a quelle sopra descritte, ma in grado di filtrare una maggiore portata specifica di fumane, da 1.200 a 2.000 m3/h al m2; le cassette sono installate con inclinazione 30°; esse scaricano cosi per gravità il grasso e la condensa filtrati, i quali confluiscono in una vaschetta lineare diaccumulo dotata di rubinetto per il periodico svuotamento;
■ cassette inattive per sistema a capacità aumentata.

Le aree di aspirazione sono separate da quelle di immissione da apposite paratie verticali di alluminio fra soletta e controsoffitto.
La concezione funzionale di questo controsoffitto filtrante è quella di realizzare l’aspirazione e la filtrazione delle fumane in modo estensivo, a bassa velocità, ponendo in depressione meccanicamente il vano contro-soffitto.

Ciò è contrario a quanto si realizza con le cappe, le quali aspirano le fumane intensivamente, con velocità di captazione più alte.

Il controsoffitto filtrante GIF, per quanto sopra, consente di ottenere nelle cucine condizioni di micro-clima assai migliori per il personale, soprattutto per gli addetti alle cotture: questi non sono più sottoposti alla corrente d’aria da tergo (che investe la nuca) generata dalla forte aspirazione delle cappe. Il vantaggio che ne risulta è, in genere, una maggiore affezione al luogo di lavoro e un minor numero di giorni di assenze per malattie da raffreddamento.

La stessa considerazione vale anche per l’immissione d’aria, che avviene a bassa velocità, assicurando nelle zone occupate (dal pavimento a 1,8 m di quota) velocità dell’ aria entro i valori prescritti dalle norme UNI. La filtrazione dei grassi avviene secondo il principio inerziale, per bruschi successivi cambiamenti di direzione delle fumane: il grasso si deposita nelle canaline inferiori di separazione e di raccolta (non nelle barre rotonde del telaio di supporto) di cui ciascun pannello filtrante è dotato per uno sviluppo di 5 metri lineari.

L’efficienza di filtrazione è molto elevata (97-98 %). La percentuale del 2-3 % che non viene trattenuta è costituita dalle particelle più microscopiche, le quali non si depositano sul plafone e sulle pareti all’interno del vano controsoffitto, che rimane pulito ed esente da untuosità anche dopo decenni di funzionamento della cucina, come verificabile nelle più datate installazioni della lista referenze.

Download articolo